Differenza tra frullatore ed estrattore

Che differenza c'è tra frullare frutta e verdura e estrarne il succo?
Tipica domanda che ti porrai dal momento in cui deciderai di integrare frutta e verdura nella tua dieta in modo più massiccio.
Naturalmente ricordati di consumare solo alimenti di stagione, la natura ci fornisce di tutti i nutrienti adatti per ogni periodo dell'anno, non dovrai far altro che mangiarne in quantità equilibrata con un apporto quotidiano, in calce troverai una breve guida stagionale.

FRULLATORE
Il frullatore si impiega comunemente in cucina per frullare frutta o verdura bel lavata e tagliata a pezzi, per consentire all'apparecchio di frullare in modo più veloce, senza surriscaldamento.
In questo caso il succo che si ottiene è un insieme di nutrienti e fibre. Spesso va aggiunto del liquido come limone o arancia per facilitare l'azione di frullatura, che puo' arrivare anche a 40.000 giri al minuto. In questo video puoi vedere un frullatore Dynalend Blender che arriva a 23.000 giri al minuto e con tre semplici ingredienti preparare un buon frullato.
COME SI USA 
Tagli frutta e verdura la inserisci nella caraffa che va incastrata perfettamente al taglio di ingresso, altrimenti il frullatore non funziona, metti il tappo e schiacci il bottone per frullare. Quasi tutti gli apparecchi hanno vari bottoni per utilizzare il frullatore in varie modalità anche a pulsione variate.
QUANDO E' PRONTO? 
Non esagerare nel frullare frutta e verdura per evitare il surriscaldamento e di inibire le proprietà nutritive degli alimenti. Una volta che la consistenza si fa cremosa è ora di sospendere la frullatura.
Aggiungi liquidi se vedi che l'apparecchio fatica a frullare.
COME SI PULISCE? 
L'apparecchio si pulisce molto facilmente sotto un getto di acqua tiepida, mi raccomando per non che vi siano incrostazioni, ti suggerisco di lavare subito tutti i pezzi appena hai finito di frullare.
SUGGERIMENTI 
Scegli un apparecchio semplice e facile da pulire, che abbia almeno tre modalità di azione di frullatura, caraffa in vetro o di plastica è abbastanza irrilevante, io ad esempio ho scelto la caraffa in plastica per una questione di leggerezza e facilità di utilizzo, pale in acciaio ti garantiscono una pulizia più semplice.
Il consiglio più importante è quello di BERE SUBITO il frullato onde evitare ossidazione.

 

ESTRATTORE
L'estrattore ci consente di estrarre, come dice la parola stessa, il contenuto del frutto o della verdura privato della fibra e di berne tutti i nutrienti e gli enzimi in un succo liquido.
Per ottenere un estratto di frutta dovrai quindi utilizzare molto prodotto e gli scarti saranno quindi molti, poichè verrà buttato via molta parte della frutta e della verdura in fibra e buccia. Ti spiegherò poi come riciclare parte di questo scarto.
La velocità con cui si ottiene il succo è alta e consente quindi di avere a portata di mano un nutriente molto concentrato e ricco. D'altra parte per chi non ha tempo poi di riciclare lo scarto anche notevole dispendio di alimenti.
La fibra non viene utilizzata. Occorre usare molta frutta per ottenere un succo concentrato. Notevole produzione di scarto. La velocità in tempi brevi dell'estrazione aumenta le proprietà del succo ma è comunque privato della fibra, imporante anche essa nella nostra alimentazione.
COME SI USA 
Il mio consiglio è quello di leggere attentamente le istruzioni onde evitare di fare danni all'apparecchio utilizzando magari frutta con il seme. Alcuni consentono un'azione di spremitura anche di frutta con il nocciolo come le ciliegie o di spremitura di noci e semi, in questo caso va utilizzato un prodotto idoneo.
Le carote, sedano e la verdura a stelo possono impedire una spremitura adeguata o rimanere incastrate nel filtro, quindi è ovvio che vanno tagliate a pezzi per facilitarne l'estrazione.
QUANDO E' PRONTO? 
In questo caso l'estrazione è eseguita dall'apparecchio con la fuoriuscita del succo.
COME SI PULISCE? 
Va pulito con molta accuratezza ogni parte dell'apparecchio con l'apposita spatola. NON UTILIZZATE MAI spugnette abrasive e pagliuzze perchè potreste ritrovare filamenti di pagliuzze nel succo!!! Utilizzate solo gli strumenti indicati e suggeriti dal produttore.
Lavare con acqua tiepida SUBITO DOPO l'utilizzo per evitare incrostazioni e pulire in modo perfetto ogni parte dell'estrattore. La pulizia garantisce un igiene perfetta.
SUGGERIMENTI
Come per il frullatore si raccomanda di BERE SUBITO il succo e al massimo di consumarlo entro 24 ore conservando il prodotto in bottiglie di vetro sigillate e mantenute in frigorifero.
CONCLUSIONI L'uso di questi due apparecchi quindi andrebbe fatto con un certo equilibrio, senza abusarne. La frutta e la verdura essenzialmente andrebbero consumate crude o con una cottura minima per ogni alimento per non perdere le preziose sostanze nutritive indispensabile al corretto funzionamento del nostro organismo. Se decidi di comprare uno di questi apparecchi non farne un uso smodato ed esclusivo, alternali e comunque prediligi la frutta e la verdura mangiata in modo naturale, masticandola con i tuoi denti!!! La salivazione e la masticazione favoriscono la digestione in modo corretto di tutti i componenti nutritivi degli alimenti. In natura non esistono tutti questi apparecchi elettrodomestici, farne un uso consapevole senza esagerare è sempre la migliore soluzione. Nel caso di malattia o di terapie chemioterapiche puo' essere un valido e utile sussidio per integrare in modo veloce e concentrato molti nutrienti utilissimi per riprendere le forze. E' incredibile come un frullato possa dare una carica di energia pazzesca! Moltissime sono le ricette per la preparazione di golosi frullati, ghiaccioli e sorbetti che si possono confezionare anche con l'estrattore, essendo un succo liquido. Con il frullatore io mi preparo delle semplicissime ricette aggiungendo anche sola acqua oppure del latte con banana, mela e pesca. Le varianti sono moltissime. Mi piacerebbe sapere che ricette usi di solito e come ti sei trovata ad usare questi prodotti! Ti lascio una piccola guida dei frutti di stagione: vai qui!
Share on Google Plus

About marisa forzani

Rimanere sani: un progetto per diffondere risorse, pensieri, bibliografia per vivere sani e per affrontare la vita con entusiasmo e coraggio.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento